Trattamento endovascolare con glue (colla cianoacrilato)

Si tratta della tecnica più innovativa ed efficace di occlusione venosa, che consiste nell’introduzione endovascolare, sotto guida ecografica, di una colla cianoacrilica in safena, al fine di occluderla e risolvere così l’insufficienza venosa e le sue complicanze.

L’intervento è realizzato in regime ambulatoriale, senza cicatrici ed ha come caratteristiche fondamentali ed innovative il fatto di essere eseguito senza anestesia e di non richiedere l’uso di bendaggio o calza elastica nel postoperatorio.

Appena terminata la procedura, totalmente indolore, ci si alza e si può tornare immediatamente alle proprie attività, anche lavorative: ecco un vero intervento da “pausa pranzo”.

Non si praticano incisioni chirurgiche e sono quindi assenti punti di sutura.

L’impiego del cianoacrilato non è di recente introduzione, ma viene usato in chirurgia in una varietà di procedure da molti anni e in totale sicurezza e per merito della propria mininvasità, offre svariati vantaggi al paziente rispetto alla procedura, ormai obsoleta, dello “stripping” e della safenectomia, che prevede si incida la pelle in prossimità dell’inguine, per eseguire poi la legatura e lo strappamento della vena patologica con importanti rischi di lesioni nervose ed alto tasso di recidive.

 

 

I vantaggi del trattamento endovascolare con Glue (cianoacrilato):

  • Non è necessaria anestesia
  • Non si richiedono incisioni cutanee
  • Non si verificano dolori post operatori
  • Nessun rischio di traumatismi dei tessuti e danni nervosi periferici
  • E’ un trattamento mini invasivo, che può dunque essere effettuato in qualunque stagione dell’anno, anche nei periodi caldi, quando normalmente non si operano le vene varicose
  • L’intervento ha una durata ridotta, compresa tra i 30 e i 40 minuti, producendo un impatto emotivo ridotto
  • La procedura è totalmente indolore, sia durante sia dopo l’intervento
  • Il trattamento non richiede intervento chirurgico perché consiste in una tecnica endovascolare che non necessita di accessi chirurgici all’inguine, legatura alta o procedure come lo stripping venoso. L’unico accesso necessario è quello che riguarda la grande vena safena all’altezza del ginocchio per l’inserimento del catetere
  • L’intervento non richiede punti di sutura e non c’è dunque creazione di cicatrici sulla pelle
  • L’intervento non genera ematomiustioni o decolorazioni della pelle
  • La possibilità di tornare alle normali attività dopo qualche ora ha un impatto benefico non solo sul paziente, ma anche a livello sociale
  • Il tasso di obliterazione a 5 anni è il 97%.

Si prevede una visita di controllo dopo 15/20 giorni.

Va aggiunto che questa tipologia di intervento consente di trattare il paziente su entrambe le gambe, cosa che non è possibile fare con le altre tecniche endovascolari per i limiti dell’anestesia.

 

PRENOTA QUI LA TUA VISITA DI VALUTAZIONE!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi